Ananas

Ananas

Il rientro dalle vacanze, il passare rapidamente dal riposo all'attività, richiede alcune precauzioni per proteggere l'organismo e per prepararlo alla ripresa. Vi sono degli alimenti che sono fondamentali per favorire questo passaggio e per evitare il tanto temuto stress da rientro. Tra i vari alimenti disponibili ho scelto di parlarVi dell'ananas, perché possiede proprietà adatte a ritemprare, proprio a settembre, il passaggio estate/autunno, i tessuti e le cellule. Ad eccezione di Carlo V che, diffidente, non volle nemmeno assaggiarlo, i conquistatori del “nuovo mondo” furono subito attratti da quello strano frutto a forma di pigna, dalla polpa dolce e succulenta e dal profumo avvolgente. Gli indigeni, che lo consumavano in abbondanza durante le feste in occasione dei riti d’iniziazione, lo chiamavano “Nana” (che in lingua caraibica si traduce con “profumo dei profumi”), i portoghesi lo ribattezzarono “ana-naz”, gli spagnoli “pina” e gli inglesi, più tardi, “pine apple”. Mi piace sempre darvi delle piccole chicche di passato per poi tornare al presente. Alla fine senza passato, non sarebbe possibile oggi parlarVi proprio di alcune proprietà di questo meraviglioso frutto. 

Forse non tutti sanno che l'ananas è capace di stimolare il sistema immunitario e che secondo alcune ricerche, evita la degenerazione dei tessuti: aiuta cioè anche nella prevenzione del arteriosclerosi. Il frutto contiene un enzima, la bromelina, che è un vero e proprio elisir che possiede proprietà terapeutiche a largo spettro d'azione, mai così utili come a inizio settembre. Intanto la capacità di questa sostanza di proteolisi, cioè di favorire la digestione delle proteine e di scomporle, ne fa un potente farmaco digestivo, fondamentale per chi in vacanza si è dato agli stravizi alimentari. Per questo è consigliato assumere un po' di ananas prima e dopo i pasti: ci accorgeremo di quanto saranno facilitati il processo digestivo e il transito intestinale. L'ananas è anche una miniera di vitamina A e C, nonchè di potassio, fondamentale per combattere i sudori degli ultimi caldi. Utile la bromelina, oltre all'azione diuretica, per fermare le infiammazioni in corso e per prevenirle. Ma ha anche altre qualità l'ananas: la prima fra tutte è la capacità di dare senso di sazietà anche dopo piccoli pasti, ed è quindi utilissimo per chi vuole perdere qualche chilo al rientro. L'effetto è potenziato dalla proteolisi della bromelina che favorisce l'accelerazione del metabolismo.

Per sfruttare le potenti proprietà dell'ananas ci vogliono però alcuni accorgimenti. In genere si elimina il cuore fibroso del frutto, la parte dura. Ma è lì che si trova la massima quantità di bromelina, l'antinfiammatorio per eccellenza. Per cui, anche se meno dolce e saporita, va consumata anche la parte fibrosa. La bromelina detesta il calore, perché viene distrutta quando viene scaldata. Quindi l'ananas non si deve usare per preparare dolci cotti, marmellate, succhi, conserve ma va consumato fresco e messo in frigo solo per pochi minuti prima di gustarlo perché un frutto che vive del calore naturale. Se acerbo, si lascia maturare due o tre giorni.

Ottime le sue foglie e la polpa nella vasca da bagno, per conferire tono e freschezza alla pelle. Ed è anche antirughe: la bromelina di cui è ricca disinfiamma la cure ed evita il formarsi dei fastidiosi solchi cutanei. È utilissimo lavarsi il viso al mattino con l'acqua in cui è stata fatta macerare la polpa d'ananas: si ha un effetto ringiovanente notevole.

OK

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa