La potenza dei cereali

La potenza dei cereali

Vi sono già centinaia di studi che dimostrano, se la Storia non fosse sufficiente, che i cereali sono essenziali all’alimentazione umana. E che sono addirittura protettivi e preventivi se sono integrali, come erano quelli consumati dagli Antichi e nelle popolazioni rurali fino a 70 anni fa. Del resto, dopo milioni d'anni di drammatica sperimentazione "per prove ed errori", dopo 12 mila anni dall'inizio dell'agricoltura, col Colosseo, il Partenone, le Piramidi, il diritto romano, l’architettura, la filosofia, l’astronomia, si può dire, a forza di cereali ("orzo, cibo di filosofi") come si possa "inventare" una dieta diversa non si sa. Anche perché, dopo qualche giorno il nostro organismo ha fame di carboidrati. Eppure hanno preso piede, qualche anno fa, alcune diete "low carb", vale a dire a minor contenuto di carboidrati. Il che non è tanto grave, se i carboidrati complessi, in pratica i cereali, restano il cibo principale. E’ grave, invece, che i cereali quasi spariscano per lasciar posto agli alimenti iperproteici (carne, pesce, uova) in molte diete dimagranti oggi di moda. Sono per fortuna diete temporanee, e la loro innaturalità spinge a non rispettarle, ma restano comunque pericolose perché creano scompensi nutritivi, intossicano l’organismo affaticando i reni, e oltretutto sono diseducative. Tante, troppe persone che incontro hanno "paura" dei carboidrati. 

Invece vi rassicuro dicendo che essi:

  • costituiscono la maggior fonte di energia nell'alimentazione umana e "bruciano" senza produrre scorie metaboliche;
  • esercitano una azione di risparmio proteico: se sono presenti in buona quantità nell'alimentazione quotidiana l'organismo non utilizza a scopo energetico le proteine, un carburante antieconomico ed inquinante. In termini pratici il dimagrimento non è associato all'invecchiamento della pelle e alla perdita di massa muscolare. 
  • la presenza di carboidrati è necessaria per il normale metabolismo lipidico: Pasteur più di 100 anni fa diceva: "I grassi bruciano al fuoco degli zuccheri". Questo concetto continua a ricevere conferme dagli studi scientifici attuali. 
  • hanno un'azione disintossicante: l'acido glucuronico, prodotto a partire dal glucosio, si combina con tossine chimiche e batteriche permettendone l'eliminazione;
  • il glucosio è indispensabile per il mantenimento della integrità del tessuto nervoso, ci rende quindi più sereni. 

Inoltre, udite i cerali (integrali) hanno potenziali effetti protettivi contro le cardiopatie coronariche e alcuni tipi di tumore. Nell'ambito di uno studio prospettico condotto su oltre 34.000 donne tra i 55 e i 69 anni, in Iowa (Usa), i soggetti che hanno dichiarato di mangiare almeno una porzione di cereali integrali al giorno correvano un rischio sostanzialmente minore di morire a causa di cardiopatie coronariche di quelli che non ne mangiavano quasi per niente. Inoltre, il consumo costante di alimenti integrali sembra anche ridurre il rischio di infarto e di diabete di Tipo II.

Gli effetti protettivi dei cereali si estendono ai tumori, in particolare al cancro al colon. I cereali integrali sono fonti ricche di carboidrati fermentabili che vengono trasformati dalla flora intestinale in acidi grassi a corta catena. Questi acidi possono ridurre l'attività di alcuni dei fattori che provocano il cancro. Le fibre integrali, inoltre, aumentano il volume delle feci e si legano ai carcinogeni, che possono essere velocemente rimossi dall'intestino prima di causare problemi. Se assunti regolarmente e nelle giuste quantità sono davvero una potenza!

OK

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa